domenica 25 ottobre 2015

Poesia della domenica sera

A volte si vorrebbe restare sospesi
Farsi aria
Desiderare di confondersi nelle pieghe dei vestiti
Calzini spaiati in fondo al cassetto

Si contano i giorni che passano
Sperando in rivolgimenti
Scoprendo, invece,
Sempre gli stessi pensieri

Anelli concentrici
Come spire soffocanti
Un sorriso triste in mezzo alle foto della festa
Il desiderio di non essere lì

Una bambina vestita da principessina 
In uno sfondo grigio
Come clown in un circo in crisi
Come quella frase scomoda che ogni tanto torna a pulsare nella testa

Scomodo come quando si incontra quel lui
Tra fermate ed incroci esistenziali e temporali
Teste che cercano di ignorarsi
Palloncini che si sgonfiano

A volte si vorrebbe essere al centro dei propri polmoni
Farsi assordare dai battiti del cuore
Farsi atrio e ventricoli
Inspirare ed espirare

Non svegliarsi più.


Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.